RSS
  News
Attualità
Comunicati
Cronaca
Cultura
Economia
Eventi
Opinioni
Politica
Sport
 
Discuti nel Forum (5 interventi)
Invia   Stampa 
Al via la causa di Beatificazione di Papa Orsini
Il cardinale Orsini fu vescovo di Manfredonia, protagonista della ricostruzione della città, dopo il sacco dei Turchi
Pubblicato il 24 febbraio 2010 alle 15:33
di Anna Castigliego



Ha ripreso il via in questi giorni la Causa di Beatificazione e Canonizzazione di papa Benedetto XIII, al secolo Piefrancesco Orsini, (in religione Vincenzo Maria), nato a Gravina e vissuto santamente nel secolo dei Lumi. La causa per la sua beatificazione è stata aperta il 21 febbraio 1931 dall’Ordine Domenicano.

Il Centro Studi Benedetto XIII di Gravina di Puglia ha dato notizia della pubblicazione di un nuovo editto emanato dal vicario generale del Tribunale Diocesano del Vicariato di Roma, card. Agostino Vallini, che è stato esposto in tutte le diocesi interessate, tra cui quella di Manfredonia, dove Orsini fu vescovo dal 1675 al 1680. Aveva soli 25 anni.

Tra Salerno, Tivoli e Manfredonia, le due proposte prsentate da papa Clemente X, scelse la nostra diocesi, che era meno prestigiosa e meno ricca, ma più vicina al suo luogo natìo; fu nominato arcivescovo di Manfredonia il 28 gennaio 1675 e consacrato il 3 febbraio dello stesso anno dal cardinale Paluzzo Paluzzi Altieri degli Albertoni. Qui dimostrò le sue doti di vicinanza al popolo di Dio, anche se il suo carattere zelante lo portò ad avere contrasti con alcuni importanti funzionari del vice-regno e con i legati spagnoli.

Realizzò un ampio coinvolgimento ai problemi della vita ecclesiale, riunendo in una periodica, solenne assemblea, tutto il clero, che prendeva coscienza della realtà locale, rendendosi più responsabile della cura delle anime. Effettuò due visite pastorali, la prima nel 1675 e la seconda nel 1678, raggiungendo i paesi dell’impervio Gargano a dorso di mulo, ma anche in barca. Rinnovò le sedi ecclesiali, consacrò altari e prescrisse arredi e suppellettili.

Era il 1677 quando l’Arcivescovo Orsini fece costruire il Campanile come segno di una ripresa a Manfredonia, seppur lenta, dopo il disastroso sacco dei Turchi del 1620. Inoltre, fu promotore dell’ampliamento dell'ospedale civile di via San Lorenzo nel 1679, un'iniziativa che gli valse l’intitolazione del proprio nome al ‘nuovo ospizio’.


L’Editto dispone a chi sia in possesso di eventuali scritti ed opere, anche in fotocopia autenticata, che abbiano come autore Benedetto XIII, di farle pervenire al Tribunale Diocesano.

Le diocesi coinvolte nella causa di beatificazione, dove l’editto rimarrà esposto per due mesi dalla data di pubblicazione (il 15 febbraio scorso), sono quelle di Altamura-Gravina-Acquaviva delle Fonti, Manfredonia-Vieste-S.Giovanni Rotondo, Cesena-Sarsina e Tortona, in cui fu "Pastore di anime".
Discuti nel Forum (5 interventi)
Invia   Stampa 
 
Tutti i contenuti © 2000-2011, Manfredonia.net Magazine
--> 'use strict';