Webzine italiana dedicata alla musica con recensioni ed interviste
.Artists & Bands

.Adv

.Redazione
Nome utente:

Password:



.Contatti
Per inviare il proprio
materiale promozionale
o per qualsiasi contatto
utilizzate il seguente
indirizzo e-mail
Recensioni

.




Artists & Bands : Recensioni : 


Recensioni
  Burning in December - No way out  Popular Letto: 918 volte
Data: 2/6/2006

Anno: 2005
Label: McMusic International
Genere: Progressive/Hard Rock

di Salvatore Siragusa


BURNING IN DECEMBER
No way out




Tim McGowan : Vocals, Keyboards & Guitar
Kevin Schertell : Rhythm/Lead Guitar



Sul web:
Official site
@MySpace
Official Fan Group @ MySpace

---------------------------------------------------------------------------------



Anno: 2005
Label: McMusic International
Genere: Prog / Hard Rock

Tracklist:
01. Burn It Up
02. It's In Our Hands Now
03. Can You Feel It
04. Midnight Hunter
05. Wake Up
06. No Way Out
07. Sweet Surprise
08. Against The Grain
09. Next To You
10. Judgement Day
11. Strictly Business


I Burning in December sono formati da una coppia di validi polistrumentisti, Tim McGowan dalla Scozia e Kevin Schertell dagli Stati Uniti e proprongono un Progressive scevro di particolari manierismi e grandi orchestrazioni strumentali anzi ricco di momenti più tendenti all'Hard Rock, se non addirittura qualche accenno tipicamente Heavy Metal, un sound che ricorda molto da vicino l'Hard Rock tipico di alcune super-band degli anni '80 tipo Asia ma come detto anche più decisamente Metal, come i Queensryche, e perchè no vaghi ricordi, grazie forse alla voce di Tim, di sonorità tipicamente Osbourniane.

No way out è il primo full-lengh per il duo anglosassone che però hanno già una notevole esperienza alle spalle, sia con altri gruppi che singolarmente e si rivela un disco piacevole, che scivola via in maniera spensierata, con composizioni mai banali, anche se di semplice ascolto, molto ben articolate e che sopratutto denotano una ottima tecnica sia compositiva che esecutiva.

I Burning in December si rivelano dei bravissimi strumentisti, Kevin padroneggia molto bene le parti di chitarra e si esalta particolarmente negli assoli, di stampo deciasamente Metal che arricchiscono piacevolmente ogni canzone.
Atipica, per l'ambiente Progressive, la voce di Tim che come ho detto ricorda molto quella di Ozzy Osbourne e che da quel tocco di "cattiveria" in più al sound, "cattiveria" che Tim compensa con un abile uso delle tastiere a creare movimenti più dichiaratamente prog.

Alla fine quindi No Way Out è da considerarsi un buon disco, consigliato a chi ha nostalgia di un certo tipo di Rock oggi difficilmente rintracciabile, ma anche a chi vuole finalmente sentire un disco suonato bene.

Da notare positivamente che è' possibile acquistare l'intero album o anche singole canzoni anche in formato mp3 direttamente sul loro sito ufficiale.



Canzoni consigliate: No way out - Sweet surprise - Strictly business

Sul Forum

di Salvo Siragusa



Legenda dei giudizi [se presenti]
0 su 7 [Senza Voto]
Non giudicato
1 su 7 [Mediocre] - da 0 a 49/100
Lasciatelo dov'è che è meglio
2 su 7 [Insufficiente] - da 50 a 59/100
Se proprio ci tenete .. ma attenzione è un grosso rischio
3 su 7 [Sufficiente] - da 60 a 69/100
Per i fans è comunque d'obbligo ... per gli altri ... si può anche correre il rischio
4 su 7 [Discreto] - da 70 a 79/100
Di sicuro non si resta delusi, nessun rischio
5 su 7 [Buono] - da 80 a 89/100
Darà soddisfazioni
6 su 7 [Ottimo] - da 90 a 99/100
Da avere, il rischio è perderlo
7 su 7 [Eccellenza] - 100
Capolavoro






.

Cerca
Google
Partners & Friends
Iscriviti al Vaffanculo Day

Recensioni più lette

Adv



.