SOCIETA' MISSIONARIA DEI PADRI BIANCHI

Da sempre Dio chiama alcuni battezzati ad esercitare in maniera particolare il dinamismo missionario comune a tutto il Popolo di Dio.
Lungo la storia, lo Spirito Santo ha suscitato uomini e donne i quali hanno fondato degli Istituti, per radunare insieme coloro che condividono la stessa vocazione apostolica.
Nel 1868 Charles Lavigerie, allora arcivescovo di Algeri, ha fondato i Padri Bianchi, per la testimonianza cristiana nei paesi musulmani, l'annuncio del Vangelo nel continente africano e l'impegno per l'unità dei cristiani nel Medio Oriente.

Il dinamismo apostolico del Fondatore è diventato quello dei:

MISSIONARI D'AFRICA, PADRI BIANCHI

 


APPELLO DEI MISSIONARI S.U.A.M. AI GOVERNANTI E POLITICI

SULL’URGENZA DELLA CONVIVENZA PACIFICA

San Pietro in Vincoli (Ravenna) - Noi, missionarie e missionari del SUAM - il Segretariato Unitario di Animazione Missionaria che riunisce i rappresentanti di tutti gli Istituti, Associazioni ed Enti missionari, femminili e maschili, religiosi e laicali - riuniti in assemblea per uno scambio fraterno sulle varie forme di "animazione missionaria nelle scuole", non abbiamo potuto fare a meno di riflettere su un gravissimo problema di attualità che molto ci preoccupa e coinvolge, personalmente e come organismi missionari che si dedicano alla convivenza fraterna tra tutti i popoli della terra... Leggi l'articolo...

 

Una chiesetta per i villaggi Dogon (MALI)

Dopo il suo trasferimento da Gao a Bandiagara, P. Alberto Rovelli invia questo appello agli "Alpini" e alle persone di buona volontà chiedendo un aiuto per la realizzazione di chiesette nei vari villaggi disseminati sulla Falesia... Leggi l'articolo...

 

 

Africa: Rivista dei Missionari d'Africa - Padri Bianchi -


Archvio Fotografico dei Missionari d'Africa - Padri Bianchi -


P.I.S.A.I.


 

Contattaci:

 per info

kmaoc@tin.it

 

animaz. missionaria

dlattuada@virgilio.it

 

 redazione:

padry@tin.it

 


 

Aggiornato il
03 settembre 2002

Beatificazione di due giovani catechisti ugandesi, martiri  

 Il 20 ottobre prossimo a Roma verranno beatificati Davidel Okelo e Jildo Irwa, due giovani catechisti uccisi nel 1928 a pochi chilometri da Kitgum, vittime innocenti di chi si opponeva all'annuncio del Vangelo. "Ci affidiamo all'intercessione dei sue martiri di Paimol perché gli operatori di pace prendano il sopravvento sui figli delle tenebre", confida P. Tarcisio, missionario in Uganda e testimone delle continue violenze nel nord del paese. Numerosi sono coloro che al seguito del vescovo di Gulu credono fermamente nella soluzione non violenta delle crisi armata.